DENTISTA PER BAMBINI

PEDODONZIA

PEDODONZIA DI CHE COSA SI OCCUPA

Si occupa dell’odontoiatria dei bambini e della loro collaborazione. L’attenzione è rivolta alla prevenzione e alla cura delle lesioni cariose dei denti decidui da latte, della sigillatura dei primi molari permanenti e alla individuazione di malocclusioni precoci. Si eseguono applicazioni di fluoro per rinforzare lo smalto dei denti e si educa all’igiene orale.

TUTTO QUELLO CHE C'È DA SAPERE SULLA PEDODONZIA:

I denti decidui o denti da latte:
I denti dei bambini cominciano a formarsi a circa 6 mesi di età, con la presenza dei primi dentini da latte: sono gli incisivi decidui inferiori. Segue poi l’eruzione di tutti gli altri dentini decidui e la loro dentatura si completa più o meno all’età di 2 anni. Si viene così a formare la dentizione primaria decidua con la presenza di 20 denti suddivisi in 10 inferiori e 10 superiori. Ogni arcata presenta 4 incisivi, 2 canini e 4 molari. La presenza di questa prima dentizione nel bambino è conseguenza della piccola dimensione della bocca, successivamente questi denti verranno sostituiti dai permanenti con la crescita completa.

È importante saper prendersi cura dei denti da latte, la prima dentizione decidua del bambino favorisce la naturale crescita dei denti permanenti; pertanto, se viene perso il deciduo troppo presto il dente permanente non trova spazio per uscire correttamente e così si può inclinare, ruotare o non uscire rimanendo interno nell’osso. I dentini da latte vanno controllati e se presentano carie si possono curare mantenendoli fino alla naturale permuta con i denti permanenti.

Quando è opportuno fare la prima visita dal dentista al bambino?

La prima visita del bambino si può effettuare tranquillamente all’età di 5-6 anni quando inizia a uscire il primo molare permanente. Questo è il periodo che richiede un controllo dal dentista per valutare se presenta un adeguato spazio dell’arcata dei denti per una occlusione regolare. Se, invece, il bambino presenta problemi durante la formazione dei dentini da latte, bisogna intervenire precocemente.

Com’è la corretta igiene orale del bambino?

Il bambino come l’adulto deve prendersi cura dei propri dentini con una semplice tecnica d’igiene.

Si inizia a utilizzare lo spazzolino quando cominciano a presentarsi i primi dentini; lo spazzolamento si effettua con uno spazzolino piccolo con setole morbide e, fino a quando non ha imparato a sciacquare utilizza solo l’acqua. È fondamentale che veda i genitori pulire i denti per capire l’importanza dell’igiene e come e quando si deve fare.

Una volta che il bambino ha imparato a sciacquare, può usare un dentifricio fluorato a 500ppm due volte al giorno della quantità di un pisello. I bambini dai tra i 7 e 12 anni possono usare un dentifricio fluorato a 100ppm due volte al giorno sempre della quantità di un pisello, i ragazzi oltre i 13 anni possono far uso del dentifricio fluorato a 1450, degli adulti, due volte al giorno.

Anche l’alimentazione gioca un ruolo importante nella prevenzione. Per aiutare il bambino ad avere denti sani è consigliabile scegliere cibi nutrienti soprattutto quelli ricchi di calcio e poveri di acidi e zuccheri, avere una dieta ricca di frutta e verdura fresche, cereali integrali, carne magra e latticini. È opportuno limitare gli snacks zuccherati come lecca-lecca, barrette di frutta e muesli, biscotti frutta disidratata, succhi e bibite.

Perché è necessario dare fluoro al bambino?

Il fabbisogno giornaliero di fluoro va da 1,5 a 4 mg. È naturalmente presente nelle quasi totalità dei cibi che mangiamo, in diverse concentrazioni, soprattutto nelle acque potabili che normalmente usiamo per dissetarci, cucinare, coltivare e allevare.

Il fluoro è un ottimo alleato per prevenire alle carie e se il dentista o l’igienista lo ritiene opportuno si possono effettuare delle applicazioni di gel al fluoro che aiutano a rinforzare lo smalto dei dentini.

Che cos’è la sigillatura?

La sigillatura viene eseguita nei bambini sui molari permanenti quando presentano solchi profondi. È consigliata nei bambini che presentano scarsa igiene orale o con frequenti carie sui denti decidui, dopo i 6 anni quando sono presenti i molari.

Viene eseguita con la pulizia dei solchi dentali e viene applicata una vernice resinosa di protezione dei processi cariogeni nei solchi.

Che cosa si fa se mio figlio ha perso un dente a seguito di una caduta?

A causa di una caduta traumatica, generalmente il bambino ha dolore e sanguina nella zona dove ha subito il colpo. Bisogna bloccare il sanguinamento con un fazzoletto o una garza e mantenere del ghiaccio. Raccogliere il dente che è caduto o eventuali pezzi del dente mantenendoli in un contenitore riempito di acqua (il latte non è necessario). Fare quanto prima la visita del dentista, ma dopo essere stati al Pronto Soccorso, per avere certificato valevole per le assicurazioni.

Giugno, il mese dello Sbiancamento Professionale!

UN INTERO MESE DEDICATO ALLA BELLEZZA DEL TUO SORRISO CON OFFERTE E REGALI!

Scopri cosa abbiamo preparato per te!