FAQ - DOMANDE FREQUENTI

FAQ - DOMANDE FREQUENTI

Rispondiamo alle domande più frequenti

Che cos’è l’ALITOSI?

Diversi sono le cause dell’alitosi, principalmente sono di origine dalla bocca (per carie o scarsa igiene) oppure dallo stomaco o da patologie in organi interni (stomaco e fegato). È opportuno fare una visita dal dentista che esaminerà la bocca e i denti valutando la situazione e l’igiene orale. Se necessario darà alcuni consigli sulla corretta alimentazione ed eventuali indicazioni al medico curante per approfondire l’origine interna dell’alitosi.

Che cos’è un’AFTA?

L’afta è una piccola ulcera che si manifesta sulla gengiva o sulle guance all’interno della bocca in zone diverse, può essere ricorrente con frequenza variabile. Si presenta dolorosa, ha un margine arrotondato, circondato da un alone arrossato e di colore biancastro, le dimensioni sono variabili, scompare generalmente nel giro di 15 giorni. Si manifestano senza una causa specifica, in genere quando l’organismo è sotto stress. Per alleviare il dolore si può applicare del collutorio o del gel a base di aloe, il dentista o l’igienista possono indicare quale usare e le modalità.

A cosa è dovuta la SENSIBILITÀ?

I denti sensibili si manifestano quando la gengiva è notevolmente abbassata e rimangono scoperte le radici dei denti. Una delle cause della retrazione gengivale è la scorretta pulizia dei denti utilizzando uno spazzolino con setole troppo dure, che riducono la gengiva ed erodono i denti, oppure può essere causata da una carie della radice.

Cosa causa le GENGIVE SANGUINANTI?

Le gengive sanguinano quando è presente infiammazione, detta gengivite, causata principalmente della placca e dal tartaro.

Che cos’è la PLACCA?

La placca è una patina superficiale presente sui denti, costituita da uno strato morbido e biancastro, formato da batteri con saliva e residui alimentari. Essendo morbida può essere rimossa dalle manovre di igiene con lo spazzolino e il dentifricio.

Che cos’è il TARTARO?

Il tartaro è un deposito duro situato alla base e tra i denti, costituito dalla calcificazione della placca batterica con i sali contenuti nella saliva. La sua consistenza rende difficile la rimozione con lo spazzolino o con il filo interdentale, aumentando sempre di più può causare gengivite con sanguinamento e macchiarsi con il fumo e gli alimenti. Deve essere rimosso solo con gli strumenti specifici dall’igienista, per evitare di rovinare i denti e ledere le gengive.

Cosa causa lo SCROSCIO DELLA MANDIBOLA?

Capita a volte di sentire strani rumori all’articolazione della mandibola sotto l’orecchio a destra o a sinistra, mentre si mastica oppure quando si apre la bocca. Questo dipende da un problema di natura articolare o muscolare della mandibola.

Cosa sono LE FACCETTE?

Le faccette vengono consigliate quando il dente o i denti si presentano con delle alterazioni di colore permanenti oppure sono ruotati o deformi.
Migliorano la forma esterna dei denti anteriori, incisivi e canini, per renderli allineati e di colore più bianco. Possono essere limitati ad alcuni denti che si presentano scuri o con forme irregolari, per uniformarli con i denti adiacenti. Questo rivestimento richiede un trattamento limitato sulla superficie del dente, risultando molto conservativo e senza dolore. Possono essere in composito o in ceramica.

Cosa causa i DENTI GIALLI e le MACCHIE DENTALI?

Quali sono le cause?
Il colore dei denti si può alterare se durante la formazione dello smalto nei denti c’è stata un’infiltrazione di sostanze chimiche, causata dall’assunzione di farmaci antibiotici da bambini. Anche le vecchie otturazioni in composito con il tempo possono avere assorbito coloranti alimentari rendendole più scure. Oppure se i denti hanno subito dei traumi accidentali che causano una necrosi del nervo del dente che li rende più scuri. La scarsa igiene orale con formazione di tartaro e le abitudini valutarie, come il fumo e il vino, possono rendere i denti gialli e scuri.

Come si curano?
I denti gialli e le macchie dentali si possono trattare con l’igiene professionale dall’igienista per mantenere i denti sani e puliti.

Che cos’è il BRUXISMO?

Il bruxismo, più conosciuto come digrignamento, rappresenta l’abrasione dei denti causato dallo sfregamento e dalla contrattura tra i denti superiori e inferiori durante la notte. È involontario e può essere rumoroso e fastidioso non tanto per chi lo esegue, perché spesso lo fa senza rendersene conto, ma per chi sta vicino. Le cause sono molteplici quali lo stress, l’ansia, disturbi emotivi e psicologici, alcol, assunzione di stupefacenti, malattie neurodegenerative, ecc.

Come si cura?
Se il problema persiste e viene riscontrato un’abrasione elevata dai denti o con dolori mandibolari è necessario proteggerli con un bite, una sorta di paradenti personalizzato che si utilizza di notte.

A cosa serve IL BITE?

Si usa di notte nei casi di trattamento del bruxismo, mentre nei casi di problemi all’articolazione mandibolare si usa di notte e anche durante il giorno.

Come si usa e si mantiene?
Il bite rappresenta un guscio formato da una resina rigida costruita sul modello dei propri denti. Può essere applicato sui denti superiori o inferiori e rimane ancorato sui denti. Non si usa quando si mangia o si parla. Va bagnato prima di inserirlo sui denti e quando viene rimosso va lavato sotto l’acqua corrente con uno spazzolino e con del sapone liquido, poi va sistemato nel suo contenitore. Ogni tanto può essere disinfettato con il collutorio o con le pastigliette utilizzate per le protesi mobili.

Il bite venduto in farmacia o nei negozi sportivi e di gomma si modella sui denti dopo essere scaldato nell’acqua bollente. Non essendo preciso è molto grosso ed è utile solo come paradenti durante lo sport e va usato solo per protezione. Non è funzionale per il bruxismo e per i problemi all’articolazione mandibolare.

Cosa causa la ROTTURA DI UN DENTE?

Quali sono le cause?
Diverse sono le cause di rottura di un dente. La causa principale è la presenza di una carie che fa indebolire il dente e questo si può fratturare con la normale masticazione. Anche il trauma accidentale esterno o dovuto da cibo troppo consistente o contenente parti molto dure causa la frattura. Anche il bruxismo di notte è causa di indebolimento del dente, che poi con la normale masticazione può fratturarsi.

Come si può intervenire?
I denti con piccole parti fratturate vengono sistemati con le otturazioni in composito. Mentre le grandi fratture se sono limitate alla corona del dente si procede con le ricostruzioni in composito e successivamente con una corona protesica. Se la frattura si estende sotto la gengiva oppure se si è diviso il dente, si procede con l’estrazione.

Come mantenere DEI BUONI DENTI IN GRAVIDANZA?

Durante il periodo della gravidanza, la donna presenta alterazioni degli ormoni che causano maggiore fragilità a livello delle gengive. Questo comporta la tendenza l’infiammazione gengivale con sanguinamento, se persiste una scarsa igiene dentale. Inoltre, in alcune zone dei denti si può avere una crescita di gengiva (epulide) per la presenza di tartaro o otturazioni di amalgama d’argento. È consigliato alla donna in gravidanza di eseguire una scrupolosa igiene orale a casa e programmare una visita dall’igienista dentale per il mantenimento della salute gengivale.

In gravidanza la donna può presentare un’infiammazione gengivale con sanguinamento. Pertanto, deve fare uso di alimenti che limitano l’infiammazione come: cereali integrali, pesce azzurro, frutta, latticini magri, verdura, frutta secca, legumi e bere molto. È consigliato ridurre l’assunzione di cibi e bevande zuccherati e carboidrati raffinati. Se presenta nausea con vomito questo può causare erosione dello smalto dei denti. Per prevenire la nausea può fare pasti frequenti, assumere zenzero in caramelle o biscotti, bere dell’acqua al limone con la cannuccia per non intaccare i denti.

A cosa servono LE IMPRONTE?

Le impronte vengono usate per avere lo stampo dei denti. L’impasto è costituito da materiale alginato o silicone, a indurimento rapido di alcuni minuti. È disponibile in profumazione diversa, generalmente vaniglia e frutti di bosco, per rendere il processo più gradevole. Questo materiale viene inserito su un cucchiaio metallico forato che viene applicato sui denti e mantenuto fino all’indurimento. Viene fatto lo stesso procedimento su ogni arcata. Risulta un po’ fastidioso soprattutto la parte superiore, ma con calma si riesce a prendere facilmente le impronte.

Oggi è possibile evitare l’uso del classico materiale per le impronte con i cucchiai da inserire in bocca attraverso una speciale telecamera che permette di creare una scansione di tutti i denti inferiori e superiori. In questo caso si deve mantenere aperta la bocca e fare entrare la telecamerina con la testina delle dimensioni di un dito. Con questo sistema si invia direttamente al laboratorio per via digitale l’impronta.

LA NOSTRA MISSIONE

La nostra missione è ascoltare il cliente per garantire la massima attenzione in tutti i suoi bisogni.

Proponiamo servizi in ambito odontoiatrico, per la cura del proprio aspetto e per l’equilibrio interiore ascoltando i vostri bisogni e necessità per rendervi consapevoli della vostra salute.

Giugno, il mese dello Sbiancamento Professionale!

UN INTERO MESE DEDICATO ALLA BELLEZZA DEL TUO SORRISO CON OFFERTE E REGALI!

Scopri cosa abbiamo preparato per te!